Creo dunque suono 2018

Creo dunque suono: atelier di creazione sonora per i giovani

Home  /  2017/18  /  Current Page

3 weekend tra febbraio-marzo 2018 (date ancor da confermare)

Atelier di creazione sonora: i partecipanti creano, registrano e compongono i suoni e le texture sonore attraverso molteplici interfacce dell’iPad.

Gli atelier si indirizzano a ragazzi/e tra i 10 e i 12 anni. Il progetto si articola in sei incontri della durata di 2 ore. Non sono richieste conoscenze musicali specifiche.

Già due anni fa ha avuto luogo la prima edizione di questo atelier, che ha suscitato un vastissimo interesse. Una ventina di ragazzi e ragazze della Svizzera italiana si sono incontrati durante i fine settimana per imparare i rudimenti della composizione elettronica e i loro lavori sono stati infine presentati durante una serata al LAC. Il numero di posti limitati (per ragioni di attrezzature tecniche) non ci ha permesso di esaudire completamente l’inaspettata e altissima richiesta, stimolandoci a proseguire e se possibile ampliare l’offerta, davvero unica nel suo genere.

Scopo dell’atelier è di suscitare nei bambini un interesse spontaneo per la composizione musicale, partendo dalla scoperta e dall’analisi da brani moderni e insoliti, quali – per esempio – Aria di John Cage. Scritta con una notazione musicale grafica, la partitura di Cage risulta particolarmente adatta ai bambini per la sua immediatezza all’ascolto e alla lettura, per la libertà di azione in termini di elaborazione e quindi di espressione.

Il punto di partenza è l’elaborazione di una libreria di oggetti sonori di tipologie diverse, organizzate secondo diverse categorie in funzione delle loro proprietà. Seguendo il modello dei colori utilizzati da Cage, ogni categoria è associata e finalizzata ad un’elaborazione specifica.

La tappa seguente è quella di realizzare la grafica di una nuova partitura che traduca tutte le caratteristiche dei suoni elaborati. Questa fase di creazione prevede anche delle registrazioni, momenti di improvvisazione collettiva che sono giustapposti, durante il montaggio, ai suoni già elaborati.

Questo modello di atelier, che ha come scopo l’iniziazione alla composizione, permette di esplorare altri capolavori della letteratura contemporanea: Psappha di Xenakis, Stimmung di Stockhausen o i duetti per violino di Berio.

Dispositivo dell’atelier:

8 iPads (forniti ai partecipanti)

8 cuffie
(ogni partecipante porta le proprie)

1 video proiettore

1 mixer
+ sistema audio

computer MacBook Pro

Software utilizzati:

Ableton Live, TouchOSC, Garage Band, Cubase, MaxMSP, Software specifici per iPad

Gaja Maffezzoli è ideatrice, coordinatrice e docente del progetto.

La natura del progetto prevede:

  • Creazione della libreria sonora
  • Preparazione di materiale interdisciplinare (foto e video) come supporto pedagogico alla tematica dell’atelier
  • Creazione di interfacce OSC Ableton
  • Preparazione degli iPad secondo la tematica dell’atelier
  • Editing dei materiali creati dai bambini
  • Montaggio, mixaggio

Questi atelier sono in collaborazione con l’Ensemble de Musique Interactive attraverso una convenzione per l’affitto/prestito dei materiali.

Iscrizione obbligatoria, seguono informazioni dettagliati. Per ricerverne scrivete un e-mail a: info@oggimusica.


  • Details
  • Tags
  • More